DONA ORA

19
Gen
2021

Poesia di strada per il nostro Wish Wall

Grazie al bando della Regione Toscana Toscanaincontemporanea2019, finalizzato al sostegno di progetti afferenti alle arti visive contemporanee in Toscana, attraverso cui valorizzare le manifestazioni di rilievo nazionale ed internazionale, Dynamo ha potuto portare la Street Art all’interno del Camp.

Il progetto, in particolare, ha dato una connotazione artistica al Wish-Wall amplificando il messaggio di questo luogo suggestivo. Si tratta di un muro che custodisce i pensieri di coloro che sono stati ospiti: qui, prima di partire da Limestre, chi desidera scrive un frase. Sono parole che rivelano quanto è fondamentale l’esperienza vissuta al Camp. “E’ un percorso che bambini e genitori fanno, lasciando il proprio pensiero. Qui abbiamo trovato molte delle dediche più belle a Dynamo Camp” ha commentato Vito Nigro, direttore di Dynamo Camp.

La Street Art, e in modo particolare la Poesia di strada, offre alle persone la possibilità di una storia, di un racconto” ha affermato il critico d’arte Marco Bazzini, già Direttore artistico del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato, che ha curato il progetto. “All’artista abbiamo chiesto di creare un’interfaccia tra quelle che sono le parole di Dynamo con le espressioni di chi lo ha vissuto e le persone che arriveranno. Sono suggestioni sulle quali chi entra al Camp può riflettere”.

L’artista coinvolto è Ivan il poeta (Ivan Tresoldi), il cui linguaggio artistico è caratterizzato dal segno grafico della parolaIvan attraverso una sapiente alchimia mostra e cela nella ripetizione di un lettering inconsueto il messaggio e l’essenza di un racconto. Ivan è il fondatore della Poesia di strada e dall’inizio del nuovo millennio, attraverso le sue azioni definite “assalti poetici”, ha inondato con i suoi versi strade e città di tutto il mondo contribuendo all’affermazione di un’arte che trova forza e valore nella dimensione collettiva pubblica e partecipata. Al Camp ha lavorato dal 22 al 26 novembre scorso, rielaborando sul muro una dozzina di versi poetici che parlano del senso e della gioia di vivere; parole tratte da quelle che sono il lascito emotivo vissuto sul posto.

Insieme a lui hanno lavorato gli street artist Emi Artes, Nina Ro e Marco Twenty, per un’opera poliedrica e collettiva, a ricordare la composizione corale di persone e voci che compone il progetto Dynamo.

Le varie fasi di progettazione del Wall hanno visto coinvolti, nei mesi precedenti la realizzazione, altri artisti e curatori, tra cui Emanuela Caronti curatrice di “Certosa On the Wall”, progetto di riqualificazione urbana della Valpolcevera colpita dal crollo del Ponte Morandi.

Questo lavoro dà enfasi al Wish Wall e arricchisce con una nuova dimensione artistica la collezione di arte contemporanea di Dynamo Art Factory, progetto che dal 2009 ha visto la partecipazione di oltre 100 artisti del panorama contemporaneo dell’arte insieme ai bambini di Dynamo.

Grazie a Regione Toscana che ha reso questo progetto possibile! Chi fosse interessato può venire a visitare l’opera scrivendo a info@dynamoartfactory.org

You are donating to : Associazione Dynamo Camp Onlus

How much would you like to donate?
$20 $50 $100
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
Loading...

Iscriviti a Dyario, notizie dal mondo Dynamo.

Tutti i mesi, in anteprima, le storie e le iniziative di Dynamo Camp

Iscriviti ora

You have Successfully Subscribed!