DONA ORA

Drepanocitosi: tra le patologie ospitate a Dynamo Camp

Ogni anno circa 300.000 bambini nascono con la drepanocitosi.

La drepanocitosi, chiamata anche anemia falciforme, è una malattia ereditaria che colpisce i globuli rossi ed è causata dalla presenza, al loro interno, di anomalie dell’emoglobina, proteina che trasporta l’ossigeno dai polmoni a tutti i tessuti dell’organismo.

Come specifica l’ISS, normalmente i globuli rossi hanno una forma simile ad un disco, sono flessibili e scorrono facilmente anche attraverso i vasi sanguigni più piccoli.

Nei bambini e negli adulti con drepanocitosi, invece, i globuli rossi hanno una forma insolita, a falce o a mezzaluna. Sono appiccicosi e rigidi e, di conseguenza, rimangono intrappolati nei piccoli vasi sanguigni impedendo così al sangue di raggiungere tutte le parti del corpo.

Ciò causa danni ai tessuti che non ricevono più ossigeno e può anche provocare dolore.

I globuli rossi delle persone malate di anemia falciforme sono più fragili di quelli delle persone sane, vivono di meno e questo determina una grave anemia.

Elenco delle patologie ospitate

Come si manifesta e quali sono i sintomi?

I sintomi possono essere di diversa entità. Come indicato dall’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù di Roma, alcuni soggetti presentano una sintomatologia sfumata, altri invece hanno sintomi gravi e ricorrenti.

Le manifestazioni più comuni dell’anemia falciforme sono:

  • Crisi dolorose che rappresentano il sintomo più frequente dell’anemia falciforme. Il dolore può verificarsi a livello delle articolazioni, dell’addome, del torace o di particolari organi. Ha un andamento variabile: in alcuni soggetti è presente quasi costantemente mentre in altri si presenta saltuariamente.
  • Anemia che può provocare pallore, facile affaticamento, sfumatura giallastra della pelle e degli occhi (ittero).
  • Il cosiddetto “sequestro splenico” (sequestro nella milza). Un gran numero di globuli rossi viene sequestrato nella milza che si ingrandisce di dimensioni e diventa dolente, mentre il paziente avverte un’improvvisa stanchezza e diventa pallido. Il “sequestro splenico” rappresenta un’emergenza: il bambino va subito condotto al più vicino pronto soccorso.
  • La maggiore suscettibilità alle infezioni è provocata dai danni cui è andata incontro la milza che è diventata così incapace di rimuovere i microbi dal sangue. Sono frequenti le infezioni del sangue (setticemie), le polmoniti, le meningiti e le infezioni delle ossa (osteomieliti).

Queste sono solo alcune delle domande che i genitori con figli affetti da drepanocitosi si pongono.

Come riportato da AIL, la diagnosi della malattia si basa sull’identificazione elettroforetica dell’emoglobina S e sul test di Itano-Pauling al metabisolfito che provoca falcizzazione.

È importante anche la prevenzione, informando entrambi i genitori eterozigoti per la mutazione, che possono avere il 25% di possibilità di avere un figlio omozigote con una malattia severa.

Nessuna terapia è in grado di risolvere completamente la malattia e si usano misure profilattiche (evitare condizioni che generano la crisi, quali il freddo, l’acidosi o la disidratazione) e misure di supporto (il riposo, i fluidi e gli analgesici).

AIL indica che da qualche anno si usa l’idrossiurea, un farmaco citostatico utilizzato in altre patologie oncoematologiche, perché aumenta la concentrazione di emoglobina fetale F. Questa, che normalmente non viene più prodotta nell’adulto, è in grado di ridurre la percentuale di emoglobina S e limitarne i danni.

Si è visto che, l’uso periodico, diminuisce l’intercorrenza delle crisi dolorose e limita il rischio di complicanze infettive.

Una possibilità terapeutica, come in altri tipi di emoglobinopatie, è rappresentata dal trapianto di midollo osseo allogenico.

Il trapiantoporta alla cessazione dell’emolisi e delle crisi dolorose e si prende in considerazione in base alle condizioni sociali del paziente, all’area geografica e dove non è possibile mettere in atto una terapia preventiva.

Dynamo Camp offre anche ai bambini con anemia falciforme e alle loro famiglie una vacanza gratuita di Terapia Ricreativa

Ogni anno sono migliaia i bambini affetti da patologie gravi o croniche, che rischiano di perdere la serenità della fanciullezza con conseguenze sull’intero nucleo famigliare.

Con l’obiettivo di rispondere a questo bisogno sociale, e di migliorare la Qualità di Vita di queste persone, Dynamo Camp Onlus offre a bambini e adolescenti con patologie tra cui la drepanocitosi, un periodo di vacanza reso unico grazie alle attività di Terapia Ricreativa Dynamo®, volte a rafforzare in loro la fiducia in se stessi e nelle proprie capacità con benefici di lungo periodo.

L’esperienza al Camp permette a bambini e ragazzi spesso sottoposti a terapie invasive e a lunghi periodi di degenza in ospedale di vivere momenti di divertimento e spensieratezza, di sperimentare la socialità con i coetanei.

Afferma il Dott. Momcilo Jankovic, Responsabile dell’Advisory Board medico di Dynamo Camp:

Il bambino deve ritrovare fiducia nelle sue capacità offuscate e in parte compromesse dalle cure a cui viene sottoposto. La creatività e l’indipendenza che trova a Dynamo Camp gli consente di vivere la malattia con maggior coraggio e determinazione.

SOSTIENI DYNAMO CAMP

Le attività Dynamo per bambini e bambine affetti da drepanocitosi

I programmi di Terapia Ricreativa Dynamo® sono costituiti da attività e laboratori, che si svolgono con assistenza di staff qualificato presso la struttura di Dynamo Camp, in strutture ospedaliere, associazioni patologia, case famiglia del territorio nazionale e con i Dynamo City Camp a Milano, Roma e Firenze.

Tutte le attività proposte seguono i principi della Terapia Ricreativa, l’approccio scientifico che ispira tutta l’attività di Dynamo Camp.

Consiste nell’affrontare la malattia – e le disabilità ad essa correlate – focalizzandosi sulle capacità e sulle potenzialità dei bambini malati, sperimentate attraverso attività divertenti, inclusive e sfidanti, con l’obiettivo di promuovere fiducia in se stessi e di rinnovare la speranza.

Le attività sono quindi strutturate in modo tale da essere accessibili a tutti i bambini e garantiscono spirito di gruppo, il raggiungimento di obiettivi individuali e si basano su un modello di 6 fasi: sfida, scelta, collaborazione, successo, riflessione, scoperta e divertimento.

Schema con processo Terapia Ricreativa

Sostieni la nostra mission con un gesto solidale  

Puoi fare tanto per aiutarci a raggiungere e ospitare un numero sempre maggiore di bambini con anemia falciforme.

Puoi fare una donazione singola, attivare una donazione regolare, destinare il tuo 5×1000 a Dynamo Camp e scegliere i regali e le bomboniere sul nostro e-shop solidale.

Donazione singola

DONA ORA

Donazione regolare

ENTRA NEL CLUB

Visita il nostro e-Shop

GADGET SOLIDALI

Destina il tuo 5×1000

PROMEMORIA GRATUITO

You are donating to : Fondazione Dynamo Camp Onlus

How much would you like to donate?
$20 $50 $100
Would you like to make regular donations? I would like to make donation(s)
How many times would you like this to recur? (including this payment) *
Name *
Last Name *
Email *
Phone
Address
Additional Note
Loading...

Iscriviti a Dyario, notizie dal mondo Dynamo.

Tutti i mesi, in anteprima, le storie e le iniziative di Dynamo Camp

Iscriviti ora

You have Successfully Subscribed!